EDIZIONIuna nostra attenta selezione

Voci sul Duomo Vecchio, la sua torre, il suo tesoro

Sara Dalena indaga i segreti della torre perduta del Duomo di Brescia.

È risaputo che la torre aveva funzione di torre campanaria e che franò su se stessa nel 1708 a causa dell’incauto intervento dell’architetto Piantavigna che realizza il nuovo ingresso alla sua base, non calcolando che forare le pareti per aprire passaggi avrebbe indebolito la struttura di una torre che aveva un’altezza stimata tra i 46 ed i 53 metri. Si ipotizza che durante il vescovato di Berardo Maggi fu innalzata per parificarla alla torre del Pegol, alta circa 53 metri.
E normalmente non si va mai oltre nella descrizione della sua storia.

SCARICA L'ARTICOLO IN PDF

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.